Menu

Gucci per un’economia circolare

Una trasformazione circolare: con il design inneschiamo processi virtuosi di rigenerazione

Negli ultimi anni in Gucci ci stiamo focalizzando sempre di più sulla riduzione della nostra impronta ambientale lungo tutta la catena di fornitura attraverso l’utilizzo di materiali alternativi e sostenibili e al contempo supportiamo nuovi modelli di produzione circolare.

La nostra visione del futuro ci porta ad allontanarci sempre di più da un modello lineare della moda per orientarci verso nuovi modelli di produzione dove la circolarità non è l’eccezione nel processo di progettazione e creazione, ma è parte integrante del processo. Un futuro in cui la bellezza dei materiali viene celebrata in un ciclo eterno, e dove l’utilizzo di nuove risorse naturali non sono un requisito imprescindibile per l’attrattiva e la qualità di un prodotto.

Un pilastro della nostra strategia di sostegno all’economia circolare è l’uso crescente di materiali riciclati e rigenerati nelle nostre collezioni. La nostra attenzione verso i materiali rigenerati ci ha portato ad utilizzare per esempio il poliestere Newlife™ e il cashmere Re.Verso™.

La nostra attenzione al riciclo e al riuso non si limita all’ambito dei nostri prodotti ma si estende anche lungo tutta la nostra filiera, dove per esempio siamo impegnati nel ridurre sempre di più l’uso di materie plastiche vergini. Puoi trovare maggiori dettagli qui.

Stiamo incrementando anche l’utilizzo di fibre e di materiali che sono originariamente derivati da rifiuti tessili postindustriali, come filati e tessuti inutilizzati.

Gucci è stato il primo marchio di lusso ad utilizzare il filato in nylon rigenerato ECONYL® per i suoi prodotti, già nel 2016. Il nylon rigenerato ECONYL® è ottenuto 100% da scarti di nylon pre e post consumo che includono reti da pesca abbandonate e tappeti dismessi. Attraverso un processo di rigenerazione anche articoli di plastica nocivi all’ecosistema marino, e materiali destinati con ogni probabilità a finire in discarica, diventano un filato nuovo di alta qualità.

Econyl® è il principale materiale utilizzato in Gucci Off The Grid, la prima collezione delle Gucci Circular Lines. Al fine di massimizzare i benefici dell’utilizzo di questo materiale innovativo abbiamo lanciato nel 2018, in collaborazione con i nostri fornitori, il progetto ‘GUCCI-ECONYL® PRE CONSUMER FABRIC TAKE BACK PROGRAM’ che consiste nel recuperare gli scarti del nylon rigenerato ECONYL® dalla nostra produzione e trasformarli in un nuovo filato di alta qualità. Gucci è stato il primo brand del lusso ad attuare questo programma.

Attraverso il programma “Gucci-Up”, Gucci si impegna a riciclare i tagli in pelle e tessuto generati in fase di produzione. Questo impegno si è tradotto in circa 27 tonnellate di ritagli di pelle riutilizzabili, raccolti fra il 2018 e il 2020. Per questa iniziativa, Gucci collabora con ONG e progetti per le donne allo scopo di recuperare questi ritagli, e con cooperative sociali italiane per sostenere la formazione delle persone provenienti da gruppi marginalizzati e la loro reintegrazione nella comunità.

Come ulteriore progetto di riciclo, dal 2015 Gucci lavora con Green Line, un’azienda specializzata nella raccolta e nel riciclaggio di scarti tessili in modo da poter recuperare i rifiuti tessili. Solo tra il 2018 e il 2020 sono state raccolte 290 tonnellate di scarti dai fornitori di Gucci. Questi scarti hanno trovato una nuova vita nelle catene di approvvigionamento globali della moda.

Come il nostro programma “Gucci-Up”, la combinazione di circolarità e impresa sociale si è dimostrata un successo. Inoltre, collaboriamo con l’iniziativa di Mumbai “I Was a Sari” nella missione di riutilizzare i materiali di scarto per produrre ricami per il mercato mondiale della moda. “I Was a Sari” consente alle donne in comunità poco privilegiate nei dintorni di Mumbai a diventare ricamatrici di eccellenza, aiutandole a raggiungere l’indipendenza economica.

In linea con i nostri impegni in materia di plastiche, abbiamo lanciato anche il programma “Take Back” per riutilizzare le scatole protettive in plastica per i nostri accessori.

La circolarità di Gucci in numeri:
395 tonnellate di rifiuti tessili recuperati con Green Line (2015-2020)
27 tonnellate di scarti in pelle riciclati con “Gucci-Up” (2018-2020)
Un milione di nuove scatole equivalenti a 90 tonnellate di plastica risparmiate nel 2020 con il nostro programma “Take Back”.
Post simili
previous slide
01 / 03
next slide