Menu

Gucci e Intesa Sanpaolo insieme per la transizione sostenibile della filiera

L’accordo, unico in Italia, vede Gucci e Intesa Sanpaolo unire le proprie forze e rispettive competenze per avviare un modello innovativo di supporto alle eccellenze produttive del Made in Italy parte della filiera Gucci

Gucci e Intesa Sanpaolo hanno siglato un nuovo accordo – unico in Italia – volto a supportare le aziende della filiera Gucci a intraprendere un percorso di miglioramento della propria sostenibilità sociale e ambientale. L’iniziativa rappresenta il nuovo capitolo del Programma Sviluppo Filiere, avviato nel maggio 2020 per far fronte all’emergenza Covid-19 e grazie al quale, in 12 mesi, oltre 150 fornitori della filiera Gucci in tutta Italia hanno beneficiato di finanziamenti erogati da Intesa Sanpaolo per oltre 230 milioni di euro.

Con questa nuova iniziativa, le piccole e medie imprese della filiera Gucci potranno beneficiare di un accesso al credito facilitato, a condizioni migliori, e avviare un percorso di evoluzione industriale in accordo con i principi di rivoluzione verde e transizione ecologica sostenuti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) con lo scopo di perseguire obiettivi cruciali quali, a titolo di esempio:

  • Efficientamento e risparmio energetico (riduzione dei rifiuti o incremento del riciclo, riduzione del consumo d’acqua/scarichi, riduzione utilizzo sostanze chimiche pericolose, riduzione del packaging di plastica monouso, recupero materie prime);
  • Introduzione di progetti di mobilità/logistica “green”;
  • Sviluppo di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile;
  • Adeguamento dei modelli di business per favorire lo sviluppo dell’economia circolare;
  • Attivazione di iniziative volte a promuovere il tasso di occupazione femminile in azienda e supportare la crescita professionale attraverso la creazione di percorsi di formazione e acquisizione di nuove competenze;
  • Definizione e implementazione di policy e strumenti di welfare volti a garantire la parità e ridurre il gap di genere (opportunità di crescita in azienda, parità salariale a parità di mansioni, politiche di gestione delle differenze di genere, politiche di conciliazione vita-lavoro, tutela della maternità);
  • Adozione di un sistema trasparente di certificazione delle parità di genere e attivazione di iniziative volte a sviluppare e aumentare la consapevolezza in merito all’uguaglianza di genere.

“Siamo orgogliosi di inaugurare oggi con Intesa Sanpaolo il primo accordo di filiera per il settore della moda che consentirà all’ecosistema Gucci di fare un passo ulteriore verso la rivoluzione sostenibile del business. Si tratta di un passo importante, perché solo insieme – pubblico e privato, grandi aziende e PMI – possiamo raggiungere obiettivi critici per la società e per l’Italia, in linea con gli obiettivi auspicati dal Piano nazionale resistenza e resilienza. Si tratta di un progetto pionieristico: tutto quello che abbiamo sempre sperato di realizzare, come imprese, per favorire l’obiettivo di una società più giusta è adesso a portata di mano.
La sostenibilità sociale e ambientale è un dovere: carbon neutrality, pari opportunità sono parte di un’unica infrastruttura, ragionando – come è necessario – in una logica di sistema-Paese”.

Marco Bizzarri, Presidente e CEO di Gucci

Gucci lavora a stretto contatto con i propri fornitori per garantire che le migliori pratiche ambientali e sociali siano integrate lungo tutta la filiera. L’accordo con Intesa Sanpaolo rientra a far parte della strategia messa in atto negli anni dalla Maison per contribuire a generare impatti sociali positivi lungo l’intera catena di approvvigionamento.

Esplora gli altri argomenti
Post simili
  • Materie plastiche

    Ridurre, riciclare e riutilizzare per evitare l'utilizzo di plastica vergine
    Plastics
  • Filiera responsabile

    Garantire pratiche etiche e responsabili lungo tutta la catena di approvvigionamento
    supply-chain
  • La nuova confezione sostenibile di Gucci

    Gucci presenta la sua nuova confezione in una tonalità di verde, scelta dal Direttore Creativo Alessandro Michele e creata tramite un processo attento alla sostenibilità in ogni sua fase
previous slide
01 / 03
next slide